La Princesse d’Amour. La Contessa di Castiglione

La Contessa di Castiglione di George Frederic Watts, 1857, (immagine tratta dal volume "La Divine Comtesse" di Robert de Montesquiou, Goupil, Paris, 1913).

Louis Payen, La princesse d’amour, La Contessa di Castiglione, a cura e con la traduzione in italiano di Maria Giuliana Zucchini e Sergio Del Santo, pp. 56, € 10,00.

Commenti dai giornali francesi dell’epoca

La prima rappresentazione de La Princesse d’Amour di M. Payen ha avuto luogo al Teatro Municipale di Tunisi il 24 febbraio 1923 con un grandissimo successo. Mademoiselle Cécile Sorel (Comtesse de Castiglione) e M. Maurice Escande (Marcel d’Ormoy), i primi del cast, furono oggetto di prolungate ovazioni. Essi hanno recitato con una emozione straziante questa commedia che si annovera tra le migliori del poeta. (Le Petit Journal)

La bella commedia di Louis Payen che noi pubblichiamo in questo numero ritroverà su altre scene il successo che l’ha accolta a Tunisi, alla sua prima rappresentazione. Infatti essa è stata accolta in modo trionfale davanti ad una platea gremita di spettatori. Mademoiselle Cécile Sorel ha interpretato in modo incomparabile la Contessa di Castiglione. Cécile Sorel, interpretando la Contessa di Castiglione, non è stata che se stessa, dando libero sfogo, in questa commedia drammatica, dallo stile rapido e nervoso, alle sue più belle virtù liriche e tragiche. (“La Tunisie Française”)

Non si mancherà di evocare il nome di Sardou dopo aver assistito alla rappresentazione della Princesse d’Amour. C’è ben più che una semplice somiglianza con l’arte di questo grande drammaturgo: la scelta dell’ambiente, le scene a grande effetto, la preoccupazione dell’azione drammatica, ecc. C’è da ritenere che un giorno, se ne potrà trarre un libretto, così forte e così scenico, come quello della Tosca di V. Sardou. (“La Dépêche Tunisienne”)

È un’attraente e pittoresca figura quella della Contessa di Castiglione! M. Louis Payen ne ha tracciato un ritratto preciso e cangiante molto vivace, al centro di un’azione drammatica e concisa. Alla lettura si intuisce facilmente l’emozione che essa ha dovuto suscitare nel pubblico e la seduzione che ne è scaturita. Speriamo che anche a Parigi, molto presto, avremo l’occasione di applaudirla. L’ultima scena è profondamente sconvolgente e mette la parola fine, suscitando una grande emozione, all’opera tesa e viva di M. Louis Payen, scritta in un buon stile teatrale, brillante e puro.  (J. Catulle-Mendès – La Presse)

In questa stagione teatrale, M. Payen ha fatto rappresentare, non un’opera da teatro leggero, ma una commedia drammatica, intitolata La Princesse d’Amour. Io non ho fatto il viaggio per sentirla ma l’ho letta e non sono affatto meravigliato per il successo che ha avuto e che tutti i giornali hanno confermato. In questa commedia, lo scrittore ci traccia una seducente figura della Castiglione, amante di Napoleone III, attorno alla quale si annoda un duplice intrigo sentimentale e poliziesco… Questa avventura deliberatamente romanzesca e con un pizzico di romanticismo, ci è raccontata con un linguaggio sobrio, ed elegante e testimonia, non soltanto della abilità teatrale di Payen, ma anche delle sue risorse poetiche. (“L’Oeuvre”)

Questa commedia ha avuto un grande effetto sul pubblico. Essa ha il merito di essere chiara, di presentare un’esposizione rapida ed un’azione il cui interesse aumenta ad ogni atto. La rappresentazione degli ambienti è la più perfetta possibile. Il suo successo cresce di scena in scena. M. Louis Payen, l’autore, è stato acclamato e ha dovuto lasciarsi trascinare alla ribalta tra un’ovazione magnifica. (“Le Gaulois”)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...