LE DIVINE GEMELLE CELESTI. Sacertà del Fuoco centrale e semantica dell’Aurora nella Religione indoeuropea

Con il volume Le divine gemelle celesti. Sacertà del fuoco centrale e semantica dell’Aurora nella Religione indoeuropea, pp. 960, 2017, € 55,00 (link per acquistare il volume)  Marcello De Martino conclude le sue ricerche su quel divino e celestiale “circolo sororale” che egli ipotizza sia esistito nella religione indoeuropea preistorica sulla base dei dati ritualistici, mitologici e “mitistorici” che ci sono stati tramandati dall’antichità.

Se in Arcana verba I e II l’autore prendeva in esame Fortuna nel suo rapporto con Iuppiter, in questo saggio si concentra invece su Vesta e Mater Matuta attuando così un’approfondita comparazione con divinità omologhe a livello funzionale nei milieux religiosi di popoli indoeuropei antichi quali gli Slavi, i Balti, i Celti e gli Indiani; si viene alla fine a scoprire un primigenio culto del fuoco che mostra caratteristiche assolutamente peculiari: infatti l’elemento igneo sacro connetteva due personalità divine, la dea del focolare e la dea dell’Aurora, tanto strettamente da farle apparire quasi delle “gemelle” a livello teologico.

Una nuova prospettiva ermeneutica viene quindi avanzata in questo saggio da Marcello De Martino, il quale si propone qui di proseguire nella via di ricerca tracciata da Georges Dumézil negli studi storico-comparativi, accogliendo criticamente alcuni suggerimenti di studio che il professore del Collège de France aveva dato in taluni suoi scritti: viene pertanto proposta per la prima volta per quel complesso sistema di miti, feste, cerimonie e survivals folclorici reperibile nel mondo religioso indoeuropeo antico una vera e propria grammatica religiosa del fuoco, realizzata grazie a una metodologia d’indagine che ricostruisce in un periodo preistorico comune una sfera teologica della sacertà ignea semanticamente congiunta alla luminosità aurorale.

 

Marcello De Martino, PhD è linguista, filologo e storico dell’antichità. Già docente in università straniere (State University of New York at Buffalo, USA; Institute of Asian Studies of Madras, India; University of Pennsylvania, USA), è membro dell’American Academy of Religion ed è stato socio della Società Italiana di Storia delle Religioni. È autore di numerosi saggi innovativi sulle diverse teorie linguistiche del pensiero grammaticale antico occidentale (latino e greco) e orientale (sanscrito e tamil); tra le sue principali pubblicazioni ricordiamo: Mircea Eliade esoterico. Ioan Petru Culianu e i “non detti”, Roma 2008; L’identità segreta della divinità tutelare di Roma. Un riesame dell’affaire Sorano, Roma 2011; ARCANA VERBA. I. Fortuna e Iuppiter nel loro background indoeuropeo. La polemica tra Brelich e Dumézil e il «motivo della Sorte», Roma 2013 e ARCANA VERBA. II. Fortuna e Iuppiter nel loro background indoeuropeo. Il «motivo della Sorte esteso», Bari-S. Spirito 2015.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...