Il viaggio in Sicilia e a Malta di Patrick Brydone

La festa di Santa Rosalia a Palermo

Unica opera del viaggiatore-scrittore scozzese Patrick Brydone (1736-1818), Un Viaggio in Sicilia e a Malta – 1770  si può ritenere un caso editoriale pressocché unico nella letteratura di viaggio inglese ed europea. Fra Gran Bretagna ed America, infatti, dal 1773, anno di pubblicazione, alla seconda metà dell’Ottocento ebbe oltre 30 ristampe, fu tradotta (e varie volte ristampata) in tedesco, francese, olandese, svedese e polacco, si ebbero riscritture e persino edizioni pirata, mentre alcune parti furono antologizzate in numerosi florilegi e resoconti di viaggio. Continua a leggere

Il Grand Tour inedito di Patrick Brydone

Pietro Fabris, Veduta del cratere del Vesuvio, della montagnola e del conetto durante l’eruzione del 1756

Nel campo della letteratura di viaggio, lo scozzese Patrick Brydone deve la sua fama, che fu vasta e duratura, al Viaggio in Sicilia e a Malta – 1770, un’opera che per decenni costituì il baedeker per tutti coloro i quali, dopo di lui, andarono a visitare la Sicilia.

La scoperta di un suo inedito diario di viaggio relativo al Grand Tour compiuto negli anni 1769-1771, dall’Inghilterra all’Italia – attraverso la Francia – sino in Svizzera, e la relativa pubblicazione nel volume dal titolo Il Grand Tour di Patrick Brydone, Lugano 2011, pp.  202 con sedici tavole fuori testo, € 25,00, ha consentito di far conoscere meglio al pubblico, grazie alla vivace traduzione in lingua italiana di Rosario Portale, docente di Lingua e letteratura inglese presso l’Università di Catania, questo tipico viaggiatore-scrittore dell’Età dei Lumi e di apprezzarne ancora una volta le straordinarie doti di narratore genuino e versatile e l’impareggiabile maestria descrittiva.

Continua a leggere